Vita della vite
Ciclo vitale e ciclo annuale

Casale Daviddi

La vita della vite è scandita da tante fasi che si susseguono di stagione in stagione, di anno in anno.
Per avere un quadro chiaro, dobbiamo fare una distinzione importantissima fra quello che è il ciclo vitale delle vite e quello che è il suo ciclo annuale.

La vite, come ogni altra pianta, ha un proprio ciclo vitale biologico, che corrisponde a tutto l’arco della sua vita e, fase dopo fase, ne definisce l’età, dalla giovinezza alla vecchiaia.
All’interno di questo ciclo biologico generale si distinguono due sottocicli annuali: il sottociclo vegetativo e il sottociclo riproduttivo.


Il ciclo vitale biologico della vite
Partiamo a considerare il ciclo vitale di una vite dal momento dell’impianto, cioè quando ha inizio la sua vigoria vegetativa, non tenendo conto della primissima fase di vita della pianta, dal seme o dalla talea o dall’innesto.
Da questa prima fase vegetativa la vite si evolve fino allo sviluppo della sua produttività, che si mantiene costante per un certo periodo, fino ad esaurirsi con la vecchiaia.
Possiamo suddividere la vita di una vite in queste 4 fasi:
• periodo iniziale improduttivo: si calcola a partire dal momento dell’impianto e ha una durata variabile da 1 a 3 anni;
• periodo a produttività crescente: dopo 3 anni la vite produce i suoi primi frutti, l’uva, e questa produzione aumenta di anno in anno per almeno un paio di anni o più, in base alle cure a cui viene sottoposta;
• periodo di produttività constante: una volta raggiunta la maturità produttiva questa si mantiene costante per un periodo che può durare fino a 20-25 anni;
• vecchiaia: dopo 30-40 anni la pianta inizia a invecchiare e la sua produttività diminuisce sensibilmente.


Il ciclo annuale della vite
Il ciclo annuale della vite riguarda le piante in fase produttiva e si suddivide in due sottocicli: il sottociclo vegetativo e il sottociclo riproduttivo.
L’intero ciclo annuale può anche essere suddiviso in “fasi fenologiche”, la cui durata dipende sia dalle caratteristiche proprie della pianta che dalle condizioni ambientali che dalle pratiche colturali a cui è sottoposta.

• Sottociclo vegetativo
Durante questa fase si svolge l’attività vegetativa della pianta. Possiamo suddividerlo in:
- “pianto”: questo è un fenomeno tipico della vite, caratterizzato dall’emissione di liquido a livello dei tagli di potatura;
- germogliamento delle gemme;
- accrescimento dei germogli – raggiunge il massimo a metà giugno;
- “agostamento”, ovvero fase di maturazione dei tralci, durante il quale si verifica la lignificazione dei germogli;
- riposo, che inizia con la caduta delle foglie e termina con la ripresa vegetativa l’anno seguente.

• Sottociclo riproduttivo
Questo sottociclo si svolge in contemporanea a quello vegetativo. È la somma di una serie di fasi durante le quali la pianta produce frutti e semi e possiamo suddividerle così:
- differenziazione delle gemme ibernanti: si formano e iniziano a germogliare a fine maggio;
- fioritura: tra fine maggio e inizio giugno;
- allegagione: durante questa fase i fiori completano la fecondazione e danno origine alle bacche;
- accrescimento e maturazione degli acini: da suddividere, a sua volta, in: periodo erbaceo – 5 settimane – che va dall’allegagione all’invaiatura, cioè al momento in cui gli acini iniziano a cambiare colore; periodo di maturazione – 8/10 settimane, fino a fine agosto circa – durante il quale aumenta la percentuale di zuccheri nell’uva e diminuisce l’acidità; periodo di bacca matura, che corrisponde con il periodo della vendemmia; periodo di surmaturazione, durante il quale gli acidi diminuiscono ancora di più e gli zuccheri aumentano la loro concentrazione per effetto della disidratazione, gli acini si rammolliscono e divengono vulnerabili agli attacchi della botrite.

Vuoi Informazioni?
Contattaci adesso oppure inviaci la tua richiesta
compilando il modulo.
info@casaledaviddi.it

     


Formula di acquisizione del consenso dell'interessato
Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679. L'interessato acquisite le informazioni dal Titolare, presta il consenso per le finalità sotto riportate.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.