Il tipico pranzo di Natale toscano
Piatti e vini da abbinare

Casale Daviddi

Il pranzo di Natale è uno dei momenti più importanti e significativi dell’anno da un punto di vista familiare: tutta la famiglia si riunisce intorno ad una tavola riccamente imbandita per condividere del buon cibo e per godere della compagnia reciproca.
Da Nord a Sud possono cambiare leggermente le usanze, ma la tradizione di festeggiare a tavola è comune ad ogni angolo del Paese.
Cosa si mangia, allora, in Toscana, durante il tipico pranzo di Natale?

Dovunque ci si trovi, il giorno di Natale si vive un’atmosfera unica che è difficile si possa ricreare in un altro momento dell’anno: fuori fa freddo e si sta bene al calduccio fra le quattro mura di casa, accanto all’albero di Natale con tutte le lucine accese; i bambini sono elettrizzati come non mai dopo il passaggio di Babbo Natale e i grandi si emozionano di fronte a tanta gioia.
In questo clima magico ci si trova tutti seduti ad un tavolo dove di solito si mangia in fretta, talvolta da soli. Per una volta all’anno almeno si è tutti insieme, inconsapevolmente trasmettendo quella che è la storia familiare, attraverso le ricette che nonne e mamme si tramandano di Natale in Natale.

Quali sono i piatti di un tipico pranzo di Natale toscano? E quali sono i vini che possiamo abbinare?



I piatti del pranzo di Natale in Toscana
Il pranzo natalizio toscano è un banchetto: antipasti, più primi, più secondi, contorni e dolci, il tutto accompagnato, ovviamente, da buon vino.
Fra gli antipasti non mancano mai i salumi, i formaggi locali come l’ottimo Pecorino di Pienza e i crostini neri, cioè i famosi crostini toscani con i fegatini di pollo.
Con i primi è veramente festa! Il piatto tradizionale da queste parti sono i tortellini di carne fatti a mano in brodo di cappone. Ma non ci si ferma qui: non è un vero pranzo di Natale se non ci sono almeno due primi. Quindi via libera a lasagne e cannelloni, tagliatelle, pici, ravioli, pappardelle, con i loro sughi ricchissimi cotti per ore e ore giorni addietro.
Il secondo è, di solito, un sontuoso arrosto misto dove si possono trovare pollo, faraona, piccione, oca, anatra, maiale, roastbeef e selvaggina.

I vini da abbinare
Con l’antipasto è perfetto il nostro Vino Rosato “Perla” IGT, fresco e sapido.

Con i primi, invece, dobbiamo dividerci: con i tortellini in brodo l’abbinamento da manuale è con il vino bianco, per cui abbiniamo il nostro IGT Bianco Toscano “I Moschettieri”, mentre ai primi a base di pasta e di sughi saporiti dobbiamo abbinare un vino in grado di bilanciare la loro consistenza, per cui scegliamo il nostro Rosso di Montepulciano DOCG.

Infine, con il secondo di carne arrosto abbiniamo un vino importante, di carattere: il nostro Vino Nobile di Montepulciano DOCG, un vino intenso ma fine, equilibrato ed elegante.

Vuoi Informazioni?
Contattaci adesso oppure inviaci la tua richiesta
compilando il modulo.
info@casaledaviddi.it

     


Formula di acquisizione del consenso dell'interessato
Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679. L'interessato acquisite le informazioni dal Titolare, presta il consenso per le finalità sotto riportate.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.